Perché un processo partecipativo In evidenza

  • Domenica, 01 Settembre 2013

La Regione Puglia ha deciso di avviare un percorso di partecipazione con lo scopo di promuovere un’attività di ascolto e confronto, a tutti i livelli, sulla proposta di gasdotto Tap (Trans-Adriatic Pipeline) avanzata sulle coste salentine, in particolare quelle della marina di  Melendugno (area San Foca).  

Il Tap è un progetto volto alla costruzione di un nuovo gasdotto che ha lo scopo di connettere Italia e Grecia attraverso l'Albania, permettendo l'afflusso di gas naturale proveniente dalla zona del Caucaso e del medio Oriente. Si tratta di una infrastruttura che ha l’obiettivo di aumentare l’autonoma capacità di approvvigionamento energetico dell’Europa.

La Regione Puglia è chiamata ad esprimere entro l’anno un parere obbligatorio ma non vincolante considerato che le politiche di approvvigionamento energetico sono in capo allo Stato. Tuttavia si è ritenuto di far precedere  l’adempimento tecnico-amministrativo da una fase di ascolto e discussione, anche con il coinvolgimento del territorio.  

Da qui la scelta di un vero e proprio processo partecipativo che si svilupperà nel corso dei prossimi due mesi e che coinvolgerà, attraverso l’utilizzo di metodologie innovative, Comuni, Associazioni, Organismi e singoli cittadini nonché l’azienda incaricata di costruire il gasdotto.


Ultima modifica ilVenerdì, 08 Novembre 2013 12:27

 Regione Puglia   

Visit fbetting.co.uk Betfair Review